obsessed (1)

Chiede il divorzio perchè il marito troppo appassionato di fotografia.

Chiede il divorzio perchè il marito troppo appassionato di fotografia. Questo potrebbe essere l’inizio per una serie infinite di cause di separazioni visto la diffusa passione per la fotografia (anche solo con IPhone).

E’ successo a Taiwan, dove la moglie, ha portato le pratiche del divorzio al tribunale della Città. Le accuse di Chien verso il marito, Cai, è quella di essere arrivato a una vera e propria ossessione della fotografia, e per avallare le sue motivazione ha portato davanti alla corte una serie di esempi di vita vissuta dove Cai ha abusato di amici e situazioni familiari pur di poter scattare una fotografia.

Trai i vari, quando la coppia è andata a prendere il proprio bambino in ospedale per le vaccinazioni, Cai avrebbe chiesto al medico di fare al bambino una seconda puntura per poter scattare la foto che voleva. Oppure, un altro  incidente è stato quando la coppia si svegliò alle 2 del mattino per via del pianto del bambino. Chien dice che suo marito ha insistito per tirare fuori la sua macchina fotografica con tanto di cavalletto per scattare una foto al bambino, invece di prendersi cura di lui.

La signora Chein ha chiesto un forte mantenimento al nostro fotografo, sia per lei che per il loro bimbo, ma il giudice ha bene pensato di dimezzare il tutto salomonicamente, attribuendo le responsabilità a entrambi per la rottura del rapporto, avendo anche lei contribuito a dare troppo spazio al marito per alimentare questa sua passione. Direi una sentenza sovra partes, ma mi domando può diventare la fotografia una ossessione tale da inficiare i rapporti con i nostri coniugi e affini? Da questa storia parrebbe di si, anche se resto alquanto perplessa, sono sempre convita che ogni eccesso è sempre sbagliato, e quindi anche un eccesso di fotografia può far male. Voi che ne pensate?